DOLCI, Free Time, Gluten free

Goditi una giornata all’aria aperta – Amaretti senza glutine

Amaretti senza glutine 

E’ passato un bel po’ di tempo da quando ho preso lo zaino e sono andato a fare trekking. L’ultima volta è stato più o meno lo scorso anno, durante la mia “vagabondata” Roma-Spoleto a piedi dove ho ri-percorso i sentieri della Valle Santa di Rieti, incrociandomi con il famoso “Cammino di Francesco”.

Questa è una stagione favorevole per le attività all’aperto e in  particolare per i trekking: non fa troppo caldo, il tempo è mite, c’è il sole, il terreno è asciutto e quindi i percorsi sono più sicuri. Quale attività migliore per trascorrere all’aperto questa Pasqua? Uno scarponcino adatto, un berretto, qualche panino nello zaino e via! Fino a raggiungere poi un prato verde dove sedersi e fare un picnic insieme! Che bella la vita! Bisogna assolutamente ritagliarsi del tempo o approfittare per esempio, propri di queste festività, per godersi una giornata all’aria aperta!

Fortunatamente l’Italia offre trekking in tutte le sue regioni e ce ne sono anche di facili e fattibili in un week end o addirittura in giornata – andata e ritorno! Vi segnalo oggi alcune interessanti mete nel Lazio, la mia regione, che offrono dei percorsi di difficoltà medio-bassa, vedute interessanti e spazi dove sostare e mangiare.

Dal CEPPO alla Cascata del MORRICANA 

Ho percorso un paio di anni fa questo tratto all’interno del Parco Regionale Dei Monti della Laga, molto facile ma ricco di vegetazione. Sono 15 km circa (andata e ritorno), che ho percorso in 6 ore comprese le soste e il pranzo. Si cammina alla presenza di fitti e alti Faggi e abeti bianchi e si arriva alla cascata a 1500 mt di altezza. In questi mesi primaverili la portata d’acqua della cascata è al top!  Vi lascio il link del sito del  Parco Nazionale  del Gran Sasso e dei Monti della Laga e anche l’articolo di Fabio Salati, appassionato escursionista, un blogger esperto di trekking, che personalmente seguo.

Amaretti senza glutine

La Valle del TREJA

E’ un percorso conosciuto soprattutto dai Romani, dista poco da Roma ed è vicino anche a due borghi famosi per i pranzi domenicali fuori città: Mazzano e Calcata. Sono 9 km di sentieri tracciati anticamente dai popoli Falisci,  non è affatto difficile e offre la possibilità di camminare tra reperti archeologici (necropoli e un santuario di epoca pre-romana). Questo il sito del Parco regionale del TREJA.

Amaretti senza glutine

Da Fonte SANTA SERENA a MONTE GEMMA

E’ un percorso molto facile, sul monte Gemma (1457 mt) che permette di percorrere in tre ore (sosta compresa) un percorso tra i monti Lepini, che affaccia sul mare e sulle vallate che circondano il Massiccio. Si parte da Santa Serena e in 4 ore totali si completa il percorso ad anello di 8 km che, per alcuni tratti in saliscendi, arriva ad un dislivello di 600 mt circa. Pensando di farla a Pasqua e/o Pasquetta vi propongo di pranzare proprio a Santa serena da dove si parte, non è difficile trovare delle trattorie con dei prezzi onesti. Vi linko un video amatoriale che ho trovato sul percorso in questione e vi consiglio questo sito per informazioni più dettagliate e sicure.

Amaretti senza glutine

Io non so ancora cosa farò e dove andrò. Sicuramente starò all’aria aperta e sicuramente porterò con me qualcosa di buono e di dolce. Per queste feste Pasquali, ho pensato di proporre un dolcetto facile, conosciuto e amato da tutti: l’Amaretto. Questi amaretti morbidi vegani senza glutine, sono una versione molto light e adatta ad essere accompagnata da un bicchiere di vino!  Una ricetta molto facile, tutti potete provare a farla, ci vuole poco! Così, oltre ad una bella scarpinata e un po’ di sole, non dovrete neanche rinunciare a un dolce buono e che vi rallegri la giornata! Vi lascio alla ricetta dei miei Amaretti morbidi vegani senza glutine

Buona Pasqua e Pasquetta a tutti

Manolo

Ingredienti per gli amaretti senza glutine

– 120 gr di mandorle pelate (o di farina di mandorle)
– 50 g di farina di riso
– 30 g di mandorle amare
– 100 gr di zucchero di canna
– 40 gr di latte di mandorla

Preparazione degli amaretti senza glutine

  • – Con l’aiuto di un mixer, polverizziamo al massimo lo zucchero di canna
  • – Facciamo ugualmente anche con le mandorle
  • – Infine tritiamo anche le mandorle amare lasciandole leggermente più “granellose”
  • – In una ciotola uniamo le polveri con lo zucchero, conservandone un cucchiaio per la decorazione finale
  • – Aggiungiamo a filo il latte di mandorla e cominciamo ad impastare
  • – L’impasto risulterà morbido e appiccicoso, lasciamolo riposare in frigorifero per un’ora
  • – Trascorso il tempo indicato, riprendiamo l’impasto e formiamo i nostri amaretti morbidi vegani senza glutine, creando delle palline uguali
  • – Passiamole nello zucchero avanzato e adagiamole su una teglia rivestita di carta forno e cuociamo a  180° per 15 minuti
  • – Risulteranno molto morbidi, ma asciugandosi si induriranno leggermente, mantenendo la morbidezza al loro interno

Gustiamo i vostri amaretti senza glutine in allegria!

Manolo

Amaretti-senza-glutineAmaretti–senza-glutine

Amaretti-senza-glutine

Amaretti-senza-glutine

Amaretti-senza-glutine

Amaretti-senza-glutine

 

 

” Con questi miei Amaretti glutine partecipo a Dolci DipendenzeIl Contest di Cucina che ti passa

shake your free life

Ed essendo Venerdì partecipo anche al Gluten Free (Fri) Day

ilove-gffd