EUROPA, TRAVEL

COSA VEDERE A VIENNA – i consigli della guida Touring club Italiano

Giri di valzer e vecchi caffè: questa è la Vienna che ho amato! Come resistere al fascino di questa città? In ogni angolo si respira la grandezza e lo splendore del suo passato. Ricca di tesori storici e di luoghi dove è piacevole sedersi a bere un caffè e mangiare una fetta di Sacher Torte. Ma cosa vedere a Vienna se si hanno solo una manciata di giorni?

 

Gli itinerari della Cartoville di Vienna della Touring Club Italiano

Per scegliere cosa vedere a Vienna e come vivere i miei due giorni a disposizione, mi sono affidato alla guida tascabile Cartoville Vienna della Turing Club Italiano che propone degli itinerari concreti, fattibili in un week end o per chi ha la possibilità, in più giorni. La nuova edizione è aggiornata al 2019, ha più pagine e ancora più ricca di informazioni. Le sue cartine pieghevoli all’interno sono facili da consultare e ti aiutano soprattutto a girare la città, capire cosa vedere a Vienna ottimizzando i tempi! Così che la scorsa settimana ho ritirato fuori il mio zaino e sono partito per la capitale austriaca, la città imperiale della famosa Sissi.

Touring club italiano

Come muoversi a Vienna?

Arrivato in aeroporto ho trovato i  VALVienna airport lines“, partono ogni 30 minuti e in altrettanti  30 minuti ti portano in città (e viceversa) al costo di €8. Già all’interno dell’aeroporto si possono incontrare diversi distributori automatici dove fare velocemente il biglietto senza fare file.

Altrimenti ci sono i bus di  AIR-LINER che collegano direttamente l’aeroporto con l’International Busterminal di Vienna (Erdbergstraße 200 A, 1030 Wien, vicino alla stazione Erdberg sulla linea U3 della metropolitana), impiegano 15 minuti e partono ogni 1-2 ore dalle 5.03 alle 22.03. Il costo del biglietto è di €5.

Per chi invece vuole raggiungere comodamente in taxi la città il costo è di €35.

 

visit wien

 

Consiglio assolutamente di comprare la WIEN CARD con la quale potrete viaggiare risparmiando e senza pensare di fare biglietti, preoccuparsi della loro scadenza e fino a dove possono portarti. E’ acquistabile ovunque, anche in alcuni ostelli ai seguenti prezzi: h 24 = € 13,90, h 48 = € 21,90, h 72 = € 24,90.

Tutto ciò ora puoi farlo anche sul tuo smartphone con la VIENNA CITY CARD APP

 

Wien city card app

 

 

Cosa vedere a Vienna?

 

Stephansdome

Non è solo una cattedrale, ma è il vero e proprio simbolo di Vienna che, con la sua guglia alta 137 m non passa certo inosservata. Volete salire fino a su in cima? Basta salire ben 345 gradini e il tesoro è una veduta totale mozzafiato sulla città. Vale davvero la fatica! Anche se presenta diversi segni di contaminazione artistica (il barocco in particolare), rimane uno degli esempi di chiesa gotica più splendenti al mondo. E’ possibile anche visitare la cappella dei cappuccini dove giacciono alcuni membri degli Asburgo. Una curiosità: se alzate lo sguardo verso una delle finestre dell’abside, vedrete la testa id un uomo spuntare … è quella dell’artista che ha firmato così il suo meraviglioso lavoro.

 

cosa vedere a vienna

 

 

Museumquartier

Tra i miei consigli su cosa vedere a Vienna non può mancare il Museumquartier. Un vero e proprio quartiere creato da più di 60 punti culturali e di intrattenimento. Sede dei più importanti musei di Vienna, il Museumquartier costituisce oggi un luogo vivo e di incontro per i Viennesi, un punto in cui prendono vita manifestazioni culturali, performances, talvolta concerti e dove i giovani amano incontrarsi e bere una bibita insieme. Una curiosità: fate attenzione perchè in alcune ore della giornata dei strani divani prendono forme diverse al centro del cortile dei questo quartiere … sono i cosiddetti “Enzis“. Ogni anno cambiano colore e sono proprio i cittadini Viennesi a scegliere quale colore adottare tramite una votazione pubblica.

 

cosa vedere a vienna

 

Hofburg 

Trovate una persona che arriva a Vienna e non ha il desiderio di scoprire le residenza della famosa imperatrice Sissi?! Hofburg è un complesso di palazzi che costituiscono la residenza imperiale degli Asburgo. Gli appartamenti di Sissi e di Francesco Giuseppe sono sicuramente la parte più visitata di tutto il complesso, qui i due imperatori vissero più di 70 anni. Oltre le varie stanza delle udienze, gli studi e gli appartamenti privati, potrete visitare la palestra dell’imperatrice Sissi, un luogo davvero bizzarro per il 19′ secolo.  Annesso vi è il museo di Sissi con alcuni dei suoi abiti, gioielli e ritratti.

Quando ho pensato a cosa consigliarvi su cosa vedere a Vienna, non ho avuto dubbi nel suggerirvi la Stallburg ossia le scuderie dove sono alloggiati i cavalli della Sparisce Hofreitschule (XVI sec.). Si tratta di una prestigiosissima scuola di equitazione spagnola fondata nel 1572 e forse l’unica tutt’ora ancora ad insegnare l’arte equestre classica.

 

cosa vedere a Vienna

hofburg-cosa vedere a Vienna

viaggio a vienna

vienna cosa visitare

 

Le case di Hundertwasser 

Fremevo dalla voglia di recarmi al quartiere di Landstrasse per vedere il complesso delle 52 coloratissime case popolari progettate da Friedensreich Hundertwasser negli anni ’80. L’uso delle ceramiche di recupero per i decori, i colori accesi e vivaci delle pareti, i giardini pensili su ogni terrazza e le linee morbide e sinuose vi incanteranno e vi faranno desiderare di abitare li anche solo per un giorno … io l’ho desiderato tanto!

 

landstrasse cosa vedere a Vienna

 

 

Prater 

Inizialmente utilizzato per molto tempo  come riserva di caccia imperiale, fino a quando, nel 1766, fu aperto al pubblico. Oggi è un vero e proprio parco di attrazioni dove camminare o cavalcare. Con i suoi 1300 ettari è il più grande parco della capitale Viennese e dal 1897 ospita la panoramica ruota emblema della città da cui poter ammirare una vista su tutta la bella Vienna. Il biglietto di ingresso per il Prater è gratuito, pertanto non perdete l’occasione di trascorrere del tempo all’aria aperta. Se poi viaggiate con un budget non troppo limitato, potete cenare a lume di candela in una delle cabine della ruota … può essere una bella sorpresa da fare in viaggio al vostro partner!

 

prater, cosa vedere a vienna

 

 

 

Hotel & Caffè Sacher

Vuoi visitare Vienna e non affondare la forchettina in un mondo di cioccolata e marmellata alle albicocche? Eh si, sto parlando proprio del dolce Viennese per eccellenza più famoso al mondo: la Sacher Torte. Il Principe Metternich era famoso per essere goloso e piuttosto esigente in materia di dolci, tanto che pare fosse solito farsi preparare un dolce ogni giorno, senza mai esserne soddisfatto. Un giorno accadde che il cuoco non stava bene e l’arduo compito di provare a deliziarlo passò al giovane sedicenne apprendista Franz Sacher. Fu proprio lui a creare la  torta al cioccolato, dal cuore di marmellata all’albicocca leggermente speziato e ricoperta da una irresistibile e croccante glassa di cacao. Il gradimento di Metternich fu talmente grande che in breve tempo la Sacher Torte divenne il dolce più famoso e richiesto di tutto il paese. E non c’è posto migliore dove gustarla se non presso Caffè Sacher, proprio a ridosso dell’omonimo hotel.

 

hotel sacher - cosa vedere a vienna

caffè sacher - cosa vedere a vienna

 

 

Palmebhaus 

Nel 1753 l’imperatore Francesco I di Lorena, marito di Maria Teresa d’Austria, acquistò dal comune di Hietzing, un’area ad ovest del castello di Schönbrunn per creare un giardino in stile olandese: Adrian van Steckhoven e il suo assistente, Richard van der Schot, costruirono una grande serra e altre quattro più piccole che ospitavano piante da fiori, un orto e alberi da frutto. Ben 45.000 pannelli di vetro costituiscono ed illuminano la più grande serra d’acciaio d’Europa. Entrando ho avuto l’impressione di trovarmi nel bel mezzo di una foresta, abbracciato da alberi e piante di ogni dimensioni e tipologia. Soprattutto è impressionante vedere come delle palme altissime possano crescere all’interno di questo “museo in vetro”. Alla fine della visita potete gustare un buonissimo caffè nella brasserie sul lato sud della serra.

 

Burggarten_Schmetterlingshaus_Palmenhaus_cosa_vedere_a_Vienna

Burggarten_Schmetterlingshaus_Palmenhaus_cosa_vedere_a_Vienna

Burggarten_Schmetterlingshaus_Palmenhaus_coffee_cosa_vedere_a_Vienna

 

 

Villa Klimt

Mi sono spostato verso la periferia di Vienna, precisamente al tredicesimo distretto, per visitare la casa atelier di Klimt. L’artista utilizzava questa residenza con giardino come laboratorio nel suo ultimo periodo creativo. Al piano terra l’atelier è stato ricostruito fedelmente secondo descrizioni dei contemporanei e in base alle fotografie rimaste dell’epoca. Tutto all’interno è stato perfettamente allestito al fine di ricreare l‘atmosfera originale che piaceva all’artista e che lo aiutava a trovare ispirazione per le sue opere. Ho trovato questa villetta davvero interessante e non solo per la presenza di alcune opere dell’artista ma soprattutto per la sua posizione così raccolta e custodita dalla natura circostante, un piccolo spazio dove rigenerarsi e passare qualche ora in tranquillità.

 

villa_klimt_cosa_vedere_a_Vienna

villa_klimt_cosa_vedere_a_Vienna

 

 

 

Dove mangiare senza glutine a Vienna 

Con la solita pazienza anche a Vienna è possibile trovare dei posticini dove poter mangiare senza glutine. Sul portale di Gluten Free Travel and Living di cui sono socio, ho trovato un’indicazione che si è rivelata davvero utile e soddisfacente: BLUEORANGE  , un posto davvero carino dove trovare specialità senza glutine. Non ho pensato due volte a prendere un fantastico bagel al formaggio ripieno di bacon, pomodoro e cipolla rossa!

E spulciando per bene vari blog, recensioni e guide, ho trovato anche SIMPLY RAW BAKERY come dire, il paradiso dei dolci per chi ha delle intolleranze.  Ho iniziato con un semplice cappuccino e un paio di palline al cioccolato e poi ho finito col prendermi una fetta di Sacher Torte gluten free. Ma la goduria che ho provato? 🙂

 

COSA VEDERE A VIENNA

cosa vedere a vienna

 

Dove dormire a Vienna? 

Dopo esserci preoccupati di cosa vedere a Vienna, preoccupiamoci di dove dormire. Lo sapete, io prediligo i posti semplici, friendly e soprattutto economici. Sono stato ospitato da DO STEP IN, uno degli ostelli più famosi di Vienna consigliato dalla catena Hostelword Alloggiare in ostello per me significa ritrovare un ambiente amichevole, talvolta familiare dove incontrare e conoscere persone provenienti da tutto il mondo,  con le quali poi rimanere in contatto e perché no, organizzare un viaggio insieme!

 

cosa vedere a vienna2

cosa vedere a vienna

 

guide touring club

 

 

 

Viaggiare senza glutine

 

Se ti è piaciuto questo articolo (ma anche se non ti è piaciuto), lascia un commento qui sotto. Se vuoi seguirmi iscriviti tramite email in alto a destra.