DOLCI, Gluten free, RICETTE DI NATALE

Natale – Crostata di Prugne senza uova e glutine

Il Natale per me nel corso degli anni ha acquisito tanti significati diversi. Ma il Natale è anzitutto per me un evento spirituale importante e cioè la nascita di un bambino: Gesù. Ci credo e ne sono felice di testimoniarlo! La nascita di Gesù non è solo la statuina di un bimbo mezzo nudo in una mangiatoia, ma è l’evento più incredibile e straordinario che si sia compiuto nella storia. L’atto d’amore più grande: Dio che si fa uomo. Io ci credo e ciò mi fa sentire libero e felice!

Mi ha sempre spiazzato “il bimbo avvolto in fasce che giace in una mangiatoia”  che salva il mondo. Come può essere possibile? Come può un bimbo che non sa parlare e camminare essere Colui che rende bella la mia vita? L’innocenza e la semplicità sono la risposta. Quante volte davanti ad una giornata storta ci è bastato abbracciare un bambino per ritrovare il buon umore? O quante volte ci siamo sciolti davanti gli occhi dolci o ci siamo fatti contagiare da una risata di un bambino? I bambini hanno un “potere” speciale e la loro missione per me è la salvezza del mondo! E la simbologia costruita attorno a Lui mi aiuta a riflettere sul senso della Sua venuta.

 

 

Film Nativity

Film Nativity

 

La stalla o la grotta, mi fanno pensare a tutti quei bambini che vengono al mondo e non hanno un luogo dove essere accolti e cresciuti. Penso a tutti colori – grandi e piccoli – a cui è tolto il diritto di avere una casa.

Le fasce in cui è avvolto sono le mani di ogni mamma e papà del mondo. Di ogni genitore che esulta per la nascita di un figlio o di coloro che faticano a crescerli.

Il fieno su cui il bambino viene adagiato è  una sistemazione scomoda, fredda, povera.  Quel fieno è il mondo che, purtroppo, molto spesso soffre. Ma quel bimbo così piccolo e “incapace” viene e riposa proprio su questo mondo. Gli piace e ci chiede di amarlo anche noi. Di cosa può essere capace un bimbo!

 

Zanzibar-avventure

Bambini incontrati a Zanzibar

 

I bambini ci aprono gli occhi ad un mondo che non conosciamo, quello vero in cui potremmo vivere sereni. I bambini ci insegnano la via più facile. I bambini, di qualsiasi parte del mondo, di qualsiasi colore e religione hanno il segreto vero e unico per una vita felice: la semplicità.

 

Avventure

Orfanotrofio Madre Teresa a Calcutta

E allora il mio augurio per tutti noi è di sforzarci a provare a tornare bambini, a lasciarsi andare alla spensieratezza e spontaneità che è tipica dei piccoli. Me lo auguro i cuore per me e per tutti!

Bambini incontrati in Tanzania

Bambini incontrati in Tanzania

 

Un nostro gesto d’amore, perché no?

Una piccola proposta che può essere un grande atto di amore. Chiunque fosse disposto a voler far qualcosa per un bambino o un giovane, è possibile farlo! Ci sono tanti modi … Ma io vi suggerisco questa associazione e garantisco che il Vostro aiuto sarà gestito realmente e in modo onesto! Se vuoi saperne di più, clicca sul logo o contattami anche in privato.

la-coccinella-logo

Buon Natale

Manolo

 

E vi lascio una ricetta semplice. Una crostata di prugne fatta con una frolla senza glutine, senza uova, senza burro, senza zuccheri raffinati e senza lievito.  Ricordandovi che avete tempo fino al 07 gennaio per inviare le Vostre ricette dei “Dolci di Natale” e partecipare a THE FREE FOOD LOVER il primo food blog talent senza glutine.

 

The free food lover

 

Crostata di prugne

Crostata di Prugne senza uova e senza glutine

Ingredienti per la Crostata di prugne

500 g di farina di riso
150 g di sciroppo d’acero
120 ml di olio di semi
120 ml di acqua
8 g di povere lievitante composta da cremor tartaro e bicarbonato
La buccia grattugiata di 1 limone biologico e non trattato
1 barattolo di marmellata di prugne pari a 320g, io ho usato quella della Zuegg
zucchero di canna al velo

Preparazione della Crostata di prugne

  • – Accendiamo il forno a 180°
  • – In una ciotola setacciamo la  farina e la polvere lievitante
  • – Al centro della farina poniamo il resto degli ingredienti
  • – Lavoriamo l’impasto dal centro cercando di incorporare man mano la farina
  • – Lavoriamo fino ad ottenere un impasto omogeneo
  • – Formiamo un panetto e mettiamolo in frigorifero per circa un’ora (volendo potete anche utilizzarlo subito)
  • – Prendiamo il panetto e stendiamo una sfoglia alta 2 cm lasciando da parte un quarto dell’impasto
  • – Adagiamo la sfoglia nella forma per crostate ricoperta da carta forno
  • – Prendiamo la marmellata di prugne e spargiamola su tutta la superfice
  • – Riprendiamo il quarto di impasto scansato e stendiamo una piccola sfoglia
  • – Con uno stampino piccolo a forma di stella, intagliamo tante piccole stelle che andremo ad adagiare sulla Crostata di prugne
  • – Io ho ricoperto solo metà della superficie poiché mi piaceva che si vedesse il rosso della marmellata, ma possiamo anche disporre le stelle in un altro modo. Spazio alla fantasia!
  • – Cuociamo nella parte bassa del forno a 180° per 35 minuti
  • – Una volta cotta e raffreddata spargiamo lo zucchero di canna al velo solo sulla parte con le stelle

Alla prossima ricetta!

Crostata di Prugne senza uova e senza glutine

Crostata di Prugne senza uova e senza glutine

Crostata di Prugne senza uova e senza glutine

Crostata di Prugne senza uova e senza glutine

Crostata di Prugne senza uova e senza glutine

 

 

Viaggiare senza glutine

Se ti è piaciuto questo articolo (ma anche se non ti è piaciuto), lascia un commento qui sotto. E se vuoi seguirmi ancora iscriviti tramite email in alto a destra.