Gluten free, Vegan Vegetariano

CROSTATINE DI MELE con frolla e crema vegana

Crostatine di mele con frolla vegana

 

Quanti medici abbiamo fatto fuori mangiando “una mela al giorno”? Ahahah … Scherzi a parte, come avrete capito oggi ho qualcosa da proporvi che ha a che fare con le mele. Un frutto buono , bello e a noi caro. Forse il frutto “per eccellenza”, quello che è più rappresentato nei quadri, più citato nei libri, nelle canzoni e scelto per rappresentare aziende, movimenti o scuole di pensiero.

 

La mela nella scrittura …

Pensiamo al libro della Genesi e al racconto del giardino dell’Eden o, passando alle fiabe,  a Biancaneve. O ad alcuni aneddoti, come la mela che cadde dall’albero in test a Isaac Newton facendogli comprendere la legge di gravità universale;  o a una delle fatiche di Ercole che consisteva proprio nel rubare le mele d’oro dal giardino delle Esperidi, dove c’era un drago a fare da guardia.

 

 

 

La mela nell’arte e nella comunicazione …

Da Caravaggio con la sua mela bacata ne’ “La Canestra di frutta”  a René Magritte che ne’ “La grande guerra” copre il volto di un uomo con una mela, fino ad arrivare a giorni nostri con Michelangelo Pistoletto e la sua “Mela reintegrata” che gira l’Italia.  L’arte ha da sempre rappresentato questo frutto inserendolo nei contesti e scenari più diversi. Così come nel cinema è stata protagonista di diverse pellicole.  Solo io ho sognato una storia come quella de’ “Il tempo delle mele”?

Ed anche molte aziende leader nel mondo, non hanno saputo resistere a questo frutto così attraente, cosi semplice e cosi eloquente: Apple ne ha fatto il suo logo, entrato ormai nell’immaginario comune. Tutti ci domandiamo perché abbiano scelto di rappresentarsi con una mela morsa … Ci sono tante opinioni e “storie”: vogliono forse dirci che i prodotti Apple si usano con la stessa facilità con cui si da un morso ad una mela? Chissà… A me, piace di più pensare che tutto proviene da una scena in cui Steve Jobs morde una mela mentre lavora al suo primo pc!

 

 

E la mela fa veramente bene!

La mela è composta all’83% di acqua ed è  un’ottima fonte di reidratazione. Contiene circa il 10% di zuccheri semplici come il fruttosio e glucosio, che al contrario degli zuccheri complessi (come l’amido),  sono assorbiti rapidamente dall’organismo apportando energia. Contiene molte vitamine e sali minerali. La mela è indicata per chi segue delle diete dimagranti e di mantenimento, in quanto sazia e non appesantisce.
Contiene inoltre 5 antiossidanti efficace nel combattere i radicali liberi. Ma per approfondire i benefici di questo frutto, soprattutto dal punto di vista scientifico,  vi rimando alle ottime informazioni del portale Fondazione Veronesi.

 

La mela è un’eccellenza italiana … 

E non dimentichiamo che la mela italiana  è un’eccellenza nel mondo, in particolare la mela DOP della Val di Non. Le varietà della mela sono tantissime, quella che più mi piace è la FUJI.  “Un tocco di Oriente, la Fuji è una mela originaria del Giappone; oggi è la varietà più coltivata nel mondo. In Val di Non è approdata da poco, nel 2000, e subito ha trovato un clima favorevole”. 

 

Crostatine di mela

 

Crostatine di mele con frolla e crema vegana, senza glutine e senza lievito

Ed è proprio la mela FUJI che ho scelto per questa mia nuova ricetta. Ho pensato a delle crostatine di mele con frolla e crema vegana, senza glutine. Leggere, adatte a soddisfare quei momenti di voglia di dolce, senza commettere alcun peccato calorico! La frolla e la crema sono completamente senza glutine, senza uova e senza  lievito. Insomma, se ne mangiamo una, facciamo sicuramente un peccato più piccolo di quello di EVA, non credete?

 

Crostatine di mele senza glutine e vegan

 

 

Ingredienti per 4 crostatine di mele con frolla e crema vegan e senza glutine

2 mele (io Melinda dop FUJI)

Per la crema Vegana:

300 g  di latte vegetale (io di riso)
50 g di farina di riso
100 g di zucchero di canna al velo
la scorza di mezzo limone biologico e non trattato
un pizzico di curcuma

Per la frolla:

300 g farina di riso
80 g di zucchero di canna al velo
100 ml acqua
60 ml di olio di semi di girasole
8 g di polvere lievitante già composta cremor tartaro e bicarbonato
la scorza di mezzo limone grattugiata

Preparazione delle Crostatine di mele con frolla e crema vegan e senza glutine 

La crema vegan e senza glutine:

– scaldiamo in un pentolino il latte vegetale con la scorza di limone
– quando sarà caldo (ma non bollente) togliamolo dal fuoco e aggiungiamo le polveri, una alla volta setacciandole
– giriamo bene con una frusta evitando di formare grumi
– riportiamo tutto sul fuoco e facciamo addensare (ci vorranno 5-7 minuti)
– la nostra crema vegana è pronta, lasciamola raffreddare

La frolla vegan e senza glutine:

  • – In una ciotola versiamo l’olio, lo zucchero, la polvere lievitante, la scorza di limone grattugiata e l’acqua  e giriamo
  • – versiamo un poco di farina alla volta impastando velocemente
  • – quando l’impasto comincia a legare e a staccarsi dalla ciotola, versiamo tutto sul piano di lavoro e impastiamo ancora con le mani
  • – quando l’impasto non appiccica più, la frolla è pronta
  • – stendiamo una sfoglia di 1/2 cm e ricopriamoci gli stampi per crostatine
  • – Farciamo le crostatine con la crema vegana
  • – Prendiamo le mele, tagliamole a meta,  togliamo solo il torso e non la buccia e con una lama affettatrice facciamo tante foglie sottili
  • – inseriamo in modo irregolare le foglie di mele nella crostata,  facendole affondare un po’  nella crema e tenendo la parte con la buccia verso l’alto
  • – Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti circa

 

Gustate in compagnia le vostre crostatine di mele.  Alla prossima ricetta!

Manolo

 

Crostatine di mele senza glutine e vegan

Crostatine di mele senza glutine e vegan

Crostatine di mele senza glutine e vegan

>

Viaggiare senza glutine

 

Se ti è piaciuto questo articolo (ma anche se non ti è piaciuto), lascia un commento qui sotto. Se vuoi seguirmi iscriviti tramite email in alto a destra.