DOLCI, GLUTEN FREE, KITCHEN, Senza categoria, VEGAN

"Safari Biscuits" al Cardamomo

Tra le cose acquistate nel mio ultimo viaggio safari in Tanzania, di cui qui per ora qualche foto, ho riportato con me alcune spezie. Precisamente nell’isola di Zanzibar, nominata proprio “l’isola delle Spezie” ho effettuato un’escursione in una piantagione privata di varie piante e alberi di spezie. Molte già le conoscevo, altre invece per la prima volta ne ho potuto ammirare la pianta o il frutto. Quella che più mi ha colpito è stata quella del Cardamomo.

Ne sentì parlare per la prima volta in Nepal, anche li durante un viaggio-safari , infatti è proprio qui, tra Nepal e India che questa pianta ha la sua origine e dove cresce spontaneamente in zone con clima caldo e umido, ad altitudini fra i 500 e i 200 metri.
Alcuni mesi fa poi, durante una fiera, ne ho acquistato un sacchetto e ho avuto modo di sperimentarlo e ne sono rimasto soddisfatto soprattutto per il suo sapore leggermente piccante e fruttato perfetto per aromatizzare diversi piatti.
Grazie alle sue proprietà viene utilizzato da moltissimi anni nella medicina popolare cinese ed indiana. I suoi semi hanno un gradevole gusto leggermente acidulo e profumato e sono uno degli ingredienti della famosa spezia indiana chiamata curry.
Il Cardamomo in realtà ha diverse qualità e specie, che purtroppo vengono tra loro confuse, ma che hanno sapori molto differenti.

– Esiste il Cardamomo verde che è poi quello più diffuso, si ricava da una pianta tropicale della famiglia delle Zingiberaceae da cui proviene anche lo zenzero. Ha un sapore intenso ed è molto diffusa in India e Malaysia. Il suo costo è abbastanza elevato rispetto alle altre spezie.
– Il Cardamomo Ceylon, più diffuso nello Sri Lanka e
– il Cardamomo del Siam, più diffuso in Birmania, Thailandia e Vietnam.

13018
Ma vediamo anche quali sono i suoi benefici.

Riduce il gonfiore addominale: se abbinato ad alcuni cibi come legumi, verdure cotte o cavoli evita il gonfiore addominale, basta inserire un paio di semi nell’acqua durante la cottura.
Tosse e raffreddore: basta fare gargarismi con un infuso di cardamomo e si ottengono benefici sul mal di gola, muco e colpi di tosse.
Combatte l’alitosi: masticando i semi o i baccelli si attenua l’alito cattivo.                         Ma la medicina orientale, in particolare quella cinese, ha fatto molti studi e tanti altri sono i benefici di questo seme.
E’ una spezia non ancora molto conosciuta, ma che sta conquistando pian piano l’apprezamento di molti chef e blogger … come me, che ancora emozionato  e affetto della malattia più bella del mondo e cioè, il Mal d’Africa, ho voluto preparare dei biscotti dal sapore intenso e travolgente proprio come intenso e travolgente è il safari in Tanzania, così la mattina a colazione sentirò ancora un po’ il gusto della mia amata Africa!

SAFARI BISCUITS al Cardamomo
– 400g di farina di riso
– 100 grammi di burro (per i vegani si può usare il burro vegano)
– 1 cucchiaino raso di Cardamomo macinato
– 1 punta di Curcuma
– 1 pizzico di sale
– 3 cucchiai di zucchero di canna
– 50g di succo d’acero
– 1 grattata di zenzero
– 1 puntina di cucchiaino di bicarbonato
In una ciotola amalgamate il burro con lo zucchero di canna, il succo d’acero.Unite la farina, la punta di bicarbonato , lo zenzero grattugiato, la Curcuma e il Cardamomo e continuate a girare con una frusta.
Versate tutto su una spianatoia e continuate a lavorarlo stendendo una sfoglia alta quasi 2 cm. Se l’impasto è ancora troppo molle, aggiungete altra farina.
Intagliate la sfoglia con delle formine per biscotti della forma che più vi piace, io ne ho usata una rettangolare.

Cuocere per 15 minuti in forno a 170° su un foglio di carta forno.

Lo so che fa caldo e accendere il forno è un dramma, ma credetemi che domattina a colazione non ve ne pentirete!!!

Manolo

 

IMG_1343

IMG_7741

IMG_7743

IMG_7744

IMG_7745