FreeTIME

I miei souvenir dal mondo

Quando visitiamo un posto nuovo, ci fa sempre piacere riportare via un oggetto tipico da donare ai nostri parenti, amici o semplicemente per noi stessi. Spesso  si tratta di acquisti fatti sull’onda dell’emozione e dell’euforia vacanziera, oggetti  che, quando torniamo a casa,  ci accorgiamo di quanto siano inutili e spesso assurdi! Lo shopping compulsivo – almeno per me – avviene soprattutto in viaggio: ci attirano le forme e i colori più strani, a volte per niente tipici del luogo, e gli oggetti più kitsch. Ci piace tutto e tutto è bello, tutto indispensabile e adatto a  chi vogliamo regalarlo. E spesso capita anche di ridursi ad acquistare souvenir dal mondo all’ultimo minuto,  in grande quantità pensando “vabbè, a qualcuno poi lo regalerò …” , ritrovandosi  così a pagare in aeroporto un supplemento per il peso extra in valigia!

souvenir-dal-mondo
Calamiti, spezie, sfere di neve, babbucce, liquori, … Oggi, come  30 anni fa, nelle nostre case è sempre piacevole avere un ricordo di un viaggio, spesso anche di un oggetto che completi il nostro arredo (mobili, quadri …) o che dia colore e vivacità al nostro guardaroba. Abbiamo un po’ “superato” la gondola di Venezia da tenere sopra la tv (anche perché oggi gli schermi sono ultra piatti), o la torre Eiffel sul comodino … Oggi ci fa piacere avere degli oggetti tipici, di uso quotidiano del popolo visitato; un oggetto che non sia un soprammobile ma un “pezzo di mondo” in casa nostra. 

Quali sono i souvenir dal mondo più venduti?

Beh, pare che tra i primi 10 la cara gondola di Venezia, purtroppo, non ci sia proprio più,  così come il Colosseo in gesso da Roma o la bamboletta spagnola … Peccato! Ma ce ne sono tanti che resistono ancora e tanti altri nuovi! Eccoli:
10° posto abbiamo le babbucce Marocchine
9° posto persiste la statuetta della Torre Eiffel
8° posto le bottigliette di sabbia dai vari deserti
7° posto la statuetta in plastica della Madonna di Lourdes – con la corona turchese come tappo – contenente l’acqua benedetta
6° posto le palle di Mozart dall’Austria
5° posto la carta fatta a mano da Firenze
4° posto la spilletta o calamita di Papa Francesco
3° posto la t-shirt dell’Hard Rock Cafè da tutto il mondo
2° posto le spezie dal medio oriente
1° posto udite udite …. il  dall’Inghilterra.
Qualcosa è rimasto come la Torre Eiffel, qualcosa ci stupisce che sia al primo posto come il tè inglese e qualcos’altro  ci par strano sia entrano nella top 10,  come la carta fatta a mano da Firenze.

 

Cosa vi consiglio di riportare come souvenir dal mondo? 

Ma volete davvero riportare a casa qualcosa di tipico e far bella figura con gli amici e parenti? Allora sentite qua: immergetevi tra la gente del paese che visitate, osservate quali sono i loro “colori”, gli strumenti che usano quotidianamente o le pietanze che cucinano. Guardate , se possibile, le loro case, i loro vestiti … affidatevi a loro! Per riportarvi un souvenir dal mondo originale dovrete sentirvi uno di loro! Solo così troverete l’oggetto che in un certo senso,  vi farà “rimanere” sempre in quel luogo. In fondo un souvenir dal mondo non è altro che questo: il ricordo di un posto, di un’emozione, di un paesaggio a cui lasciate un pezzetto del vostro cuore!

Cominciamo dalla mia amata Danimarca! Girando in particolare per le vie di Copenaghen, vi accorgerete che ogni 10 metri c’è un negozietto di ceramica artigianale. Infatti la Danimarca è la patria degli oggetti in ceramica che non costituiscono un business turistico, un souvenir  ma sono una vera e propria caratteristica delle case, delle tavole e degli ambienti Danesi. Vi consiglio di visitare il laboratorio del mio amico Eric Landon

souvenir dal mondo

Tortus studio Kompagnistraede 23 1208 København K – Denmark

 

Si sa, i Giapponesi vanno pazzi per i dolci e cioccolata! E solo in Hokkaido ho trovato un dolce talmente strano come lo Squid Yokan , un polipetto pastoso e aromatizzato al caffè, da provare! Ma non solo, sempre in Hokkaido, specialmente nelle località sciistiche troverete i famosi Kit-Kat nei gusti più strani: Papaya, Melone, Noodles, Sake, Pannocchia, budino, Ananas, broccolo … (alcuni fra i tanti!)

 

 

Avete deciso di fare un indimenticabile viaggio in Nepal? Fate allora  il trekking sull’Annapurna e sostate almeno una notte a Pokhara. Oltre ad essere un gioiello di città, non resisterete alle loro inconfondibili Coperte in lana Yak. Compratene una e sarà bello il mattino seguente godersi l’alba avvolti in una coperta e sorseggiando una calda tazza di tè! 

souvenir dal mondo

Ho capito, quest’anno vi sentite romantici! Allora non c’è meta migliore della Provenza! Se vi spingete poi fino alle Alpi marittime visiterete Grasse e la sua fabbrica del profumo “Fragonard”. Ha il primato mondiale per la produzione di essenze, le più originali e  introvabili. Tutti i giorni è possibile visitare la fabbrica del profumo con l’annesso Museo. Prendete info e profumate la vostra vacanza!

souvenir dal mondo

FRAGONARD 17 Route de Cannes, 06130 Grasse, Francia

 

 

October Fest? Germania? Fate peccato se non vi portate via un boccale di birra di ceramica o acciaio! Ah, se riuscite portate anche un po’ di birra!

souvenir-dal-mondo

Avete pensato di andare lontano, fino in Nuova ZelandaVi preparerete sicuramente un buon toast con la famosa Marmitte spalmata. E’ una crema inizialmente prodotta in Gran Bretagna, poi in Sud Africa ma che ha trovato successo e patria in Nuova Zelanda. E’ a base di estratto di lievito, ottenuto dal processo di produzione della birra. Provatela e mi direte!

souvenir dal mondo

 

O se trascorrerete le vostre vacanze nella bella Ungheria non dimenticatevi un sacchetto di Paprika! Magari il vostro amore prende un po’ di colore e vivacità!

souvenir-dal-mondo

 

La natura scioccante dell’Islanda vi rapirà completamente! Cogliete però l’occasione per fare scorta di qualche gomitolo di lana Lopi. Un maglione in puro stile Islandese è un “must have” del nostro guardaroba.  Su questo sito è possibile anche scegliere la lana, i colori e i disegni per avere un maglione personalizzato! Appena tornati dalle vacanze estive, dobbiamo pensare al cenone di Natale e che non te lo prepari un maglioncino ad hoc?!

 

 

E dalla nostra Italia? Beh, è difficile scegliere qualcosa in particolare, ogni regione da noi è una “grande nazione” , con le proprie  caratteristiche e i suoi “souvenir” tipici. Ma mi viene voglia di consigliare due prodotti alimentari, tipici, preziosi e che purtroppo oggi per diversi motivi soffrono un po’,   ma che ancora non hanno perso il loro primato al mondo:

Il buon olio EVO dalla Puglia e le lenticchie di Castelluccio di Norcia

Ogni paese che decideremo in futuro di visitare, avrà ha sicuramente qualcosa di bello e tipico da regalarci, qualcosa che ci riporterà ai giorni trascorsi in vacanza. Non fatevi prendere dall’ansia degli acquisti dell’ultimo minuto,  aguzzate gli occhi per tutta la durata del viaggio, siate curiosi e lasciatevi guidare dall’emozione e da ciò che rapisce la vostra attenzione … quello,  sarà sicuramente il vostro souvenir dal mondo più bello e originale!
Buona ricerca!
Manolo