RICETTE DI NATALE

La paura del “domani” – Tortino alla nocciola e cioccolato fondente

Qualche giorno fa sono entrato in una chiesa di Roma per vedere il presepe e tra i fogli e i libretti disponibili per la lettura, ho trovato la riflessione del parroco sull’Avvento. Una bella lettura, semplice e concreta che poneva l’attenzione su due parole in particolare: futuro e speranza. Mi è subito tornato in mente che  quando andavo a scuola la mia maestra ci ripeteva sempre che il futuro del mondo sarebbe stato “nostro” e non “mio” e che la nostra speranza avrebbe migliorato tutto per tutti. Non sto parlando di un secolo fa, ma di 30 anni fa quando ancora esistevano forse ideali, motti e persone di gran spessore umano e politico, vere guide delle anime che promuovevano il bene comune come obiettivo sociale e personale.

Oggi l’obiettivo per tutti è solo il proprio benessere, l’interesse per se stesso e il proprio metro quadro in cui si vive. Il “mio oggi sicuro” ha sostituito il “domani da costruire insieme”. Temiamo tutti il domani e tendiamo a scrutarlo per orientarci. Ovunque si parla della paura del domani, di cosa ci riserverà il futuro e che l’unica certezza ormai è che domani andrà sempre peggio”.

In famiglia, a lavoro, nelle varie associazioni e in quasi tutti gli spazi collettivi in cui ci muoviamo,  si è perso il concetto di inclusione nel circuito del benessere comune, del raggiungimento di una vita dignitosa per il maggior numero possibile di persone. Stiamo consegnando sempre più il nostro cuore e la nostra mente ad un’economia che si muove sulla logica dell’esclusione che non può che provocare insicurezza, povertà, solitudine … E ciò porta tutti noi ad avere paura del nostro domani, cercando chi può dirci oggi cosa di sicuro accadrà in futuro. Statistiche, previsioni, programmi, persone che promettono il domani. Il domani, il nostro domani … il domani che vivremo non ha nulla a che fare con tutto ciò e soprattutto non ci porta a vivere da soli.

benecomune2

Dobbiamo iniziare a considerare che le  nostre vite e il mondo intero sono dirette verso un compimento positivo comune. Si cammina mano nella mano e si costruisce il domani insieme. Le paure individuali di oggi vanno trasformate in risorse collettive per il domani di tutti. I nostri occhi devono tornare a guardare il futuro con positività e a porsi l’obiettivo del benessere condiviso. Solo una vita insieme e condivisa può garantirci la vita futura.

Una piccola riflessione che volevo condividere con voi. Prendo tutto ciò come impegno in questo periodo di attesa verso il Natale e che, nel mio piccolo, cercherò di attuare. Non è facile ma è possibile perché dipende da noi, basta volerlo!

copd-temptation-to-give-up

Ma oggi voglio condividere non solo questo pensiero per il nostro domani insieme,  ma anche un’altra ricetta … ancora un dolce per Natale e ancora cioccolata! Stavolta ho usato cioccolata Svizzera che la mia amica viaggiatrice @maevekix mi ha portato direttamente da Zurigo. Ho preparato un Tortino alla nocciola e cioccolato fondente con glassa all’arancia.  Se come me avete una lunga settimana di cene tra colleghi e amici per farsi gli auguri e dovete proprio voi occuparvi del dolce, questa può essere un’idea facile da preparare. Un dolce da scaldare e mangiare in compagnia.

_______________________________________________________________

Con questa ricetta partecipo al contest “the mystery basket” di La mia famiglia ai fornelli, ospitato questo mese dal blog “I biscotti della zia

 

 

_______________________________________________________________

 

Tortino alla nocciola e cioccolato fondente  con glassa all’arancia 

Tortino alla nocciola e cioccolato fondente

 

Ingredienti per il Tortino alla nocciola e  cioccolato fondente

50 g di farina di riso
120 g di nocciole tritate e ridotte a farina
80 g di zucchero di cocco
4 uova
200 g di cioccolato fondente (io 70%)
80 g di burro vegan
1 cucchiaino di rum
1 bustina di polvere lievitante già dosata e composta da cremor tartaro e bicarbonato

per la glassa:

125 g di zucchero a velo
1 arancia biologica e non trattata

Preparazione del Tortino alla nocciola e cioccolato fondente

  • – Accendiamo il fondo a 180°
  • – Frulliamo le nocciole fino ad ottenere una polvere
  • – Sciogliamo a bagnomaria il cioccolato fondente con il burro
  • – In una ciotola montiamo le uova con lo zucchero di cocco
  • – Incorporiamo il cioccolato fuso, il cucchiaino di rum e aggiungiamo anche la farina di riso setacciata e quella prodotta con le nocciole.
  • – Aggiungiamo la polvere lievitante anch’essa setacciate e giriamo per bene
  • – Inseriamo l’impasto nei pirottini  riempiendolo per 3/4 e cuociamo in forno a 180° per 10/15 minuti al max.
  • Per la glassa:
  • Mettiamo in un bicchiere lo zucchero a velo, un po’ di scorza dell’arancia e il succo dell’arancia stessa e giriamo con un cucchiaio (se la glassa non è liscia ma è troppo dura, occorre aggiungere un cucchiaino di acqua)
  • – Prendiamo un tortino alla nocciola  alla volta e spargiamo la glassa in superficie facendola colare un po’ ai lati
  • – Decoriamo a nostro piacere, io ho usato una nocciola per ogni Tortino alla nocciola e cioccolato fondente

Alla prossima ricetta

Manolo

Tortino alla nocciola e cioccolato fondente
Tortino alla nocciola e cioccolato fondente

Tortino alla nocciola e cioccolato fondente

Tortino alla nocciola e cioccolato fondente

Tortino alla nocciola e cioccolato fondente

Tortino alla nocciola e cioccolato fondente

Tortino alla nocciola e cioccolato fondente