Gluten free, KITCHEN, Vegan Vegetariano

TEMPEH FATTO IN CASA

Tempeh fatto in casa.

Tempeh fatto in casa

 

Non sono vegano,  ma preparo spessissimo dolci e salati senza latte e senza uova che possono essere catalogate come ricette vegane . Mi piace sperimentare alimenti che sostituiscono la carne, il Tofu non fa proprio al mio caso, la sua consistenza e il suo sapore non mi piacciono, ma il Tempeh invece lo trovo un’ottima alternativa sia per il suo gusto che per la sua croccantezza. Dopo averne assaggiato diverse qualità, ho provato a farlo in casa e il risultato come vedete non è affatto male. Ho scelto di usare della soia gialla italiana di Sottolestelle, un brand pugliese al quale sono molto legato.

E’ tipico del Sudest asiatico e appartiene alla famiglia degli alimenti derivati dalla soia. Si ottiene attraverso un processo di fermentazione dei fagioli di soia gialli. Esistono moltissimi modi per cucinarlo, le ricette più buone le ho trovate su Vegolosi.it ed è anche sul loro sito che ho trovato la ricetta per il  Tempeh fatto in casa . Solo 3 ingredienti e tanta pazienza! Si, è diciamo un percorso meditativo preparare il Tempeh … ma per il resto nulla di impossibile. Allora senza indugio, si cucina!

 

tempeh fatto in casa

 

Ingredienti per il Tempeh fatto in casa

  • – 250g di soia gialla bio (io sottolestelle)
  • – 1 cucchiaino di starter
  • – 2 cucchiai da minestra di aceto di mele

Preparazione:

  • -Lasciamo in ammollo la soia per circa 15 ore
  • – Scoliamola, stacchiamo le pellicine sfregando i fagioli tra le mani oppure come ho fatto io, per ottenere un ottimo tempeh fatto in casa, spelliamo fagiolo per fagiolo.
  • – Cuociamo la soia in una pentola per 30 minuti, fino a che non si ammorbidisce, poi scoliamo e lasciamo raffreddare
  • – Importante è non lasciare umidi i fagioli di soia. E’ importante inoltre toccare il meno possibile la soia per non alterare la sua temperatura
  • – Quando sarà veramente ben asciutta trasportiamo tutto in una ciotola, aggiungiamo prima l’aceto di mele e mescoliamo bene e poi lo starter continuando sempre a girare
  • – Prendiamo un sacchetto di plastica per alimenti spesso e con chiusura ermetica (quelli di Ikea per intenderci) e con uno stuzzicadenti facciamo dei buchi ravvicinati in modo da permettere al preparato di entrare in contatto con l’aria
  • – Inseriamo tutto in questo sacchetti e diamo la forma di un lingotto altro circa 3 cm appiattendolo per bene. Fermenterà ad una temperatura di circa 30 gradi.
    Se lo prepareremo in questo periodo estivo non ci sono particolari accortezze da seguire. Al contrario in inverno possiamo metterli in forno accendendo solo la lampadina, oppure in un essicatore o yogurtiera. Controllare sempre con il termometro che la temperatura non superi i 30 gradi
  • -Passate 20-24 ore vedremo già formazione di una patina bianca che indica che la fermentazione è avvenuta correttamente. I tempi totali di fermentazione sono di 24-36 ore. Il tempeh ha un bel colore bianco, se sviluppa macchie nere è comunque buono, se le chiazze invece sono giallastre non è buono ed è da gettare. In ogni caso se il suo odore non è piacevole significa che la fermentazione non è andata a buon fine, quindi buttiamolo!
  • – Il notro Tempeh è pronto! Possiamo conservarlo in frigo per 4-5 giorni in acqua e sale

 

Tempeh fatto in casa